Vantaggi e svantaggi di vivere in Andalusia, Spagna

Clicca dove vuoi condividere l'articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Grazie alla sua popolazione di ben 8 milioni di abitanti, l’Andalusia è la regione più popolosa dell’intera Spagna e seconda per estensione dopo la Castilla y Leòn.

La città più grande è il capoluogo della regione Siviglia con circa 700.000 abitanti.

L’Andalusia moderna è il risultato di storia millenaria che ha visto numerose culture passare sul suo territorio.

 

DOVE VIVERE IN ANDALUSIA

L’Andalusia è una vasta regione con alcune differenze interne che la trasforma in una regione molto interessante e variegata.

La scelta sulle zone dove vivere in Andalusia va fatta considerando le proprie priorità: se ad esempio sei un pensionato in cerca di buon cibo e tranquillità, bè non pensarci due volte e scegli uno dei tanti paesini della Costa del Sol, una delle zone migliori dal punto di vista climatico e qualità della vita.

La città principale è Malaga, centro economico e culturale importante di tutta l’Andalusia. Molti viaggi in Andalusia iniziano proprio da Malaga anche grazie al suo aeroporto internazionale ben collegato con l’Italia da numerose compagnie low cost.

Altre città medio grandi da considerare lungo la costa sono Cadice e Almeria.

Se invece cerchi la tranquillità di paese, segnaliamo Marbella (non c’è solo la zona Vip), Nerja, Salobreña, Fuengirola, Torremolinos, Estepona e Roquetas de Mar.

 

VIVERE IN ANDALUSIA: VANTAGGI

A mio modesto parere, i vantaggi di trasferirsi in Andalusia sono molti e superano di gran lunga i svantaggi.

Il primo e grande vantaggio di vivere in Andalusia è sicuramente il costo della vita che è particolarmente inferiore a quello italiano.

Se la benzina costa circa 30 centesimi meno che in Italia per via delle tasse, c’è da sottolineare la gratuità delle strade (a parte alcuni tratti autostradali che non sono essenziali perché sempre affiancate da quelle gratuite) al minor costo delle bollette. Inoltre le strade sono quasi tutte senza buche e curate.

Per quanto riguarda uscire la sera, i prezzi variano molto da città in città ma comunque nessuna zona supera l’Italia, almeno del centro e Nord Italia.

Secondo grande vantaggio di vivere in Andalusia è legato al senso di sicurezza e di legalità che regna in tutta la regione. Certo, ci sono alcuni quartieri delle grandi città da evitare, ma forse in Italia siamo messi meglio? No, ti assicuro che non siamo messi meglio affatto.

Per non parlare della pulizia delle città, anche se gli spagnoli sono dediti alla festa notturna, il giorno dopo puoi tranquillamente camminare in strada vista l’efficienza del servizio pubblico. Fai un giro dei principali centri storici e ti renderai subito conto di quanta attenzione il governo locale pone alla pulizia e alla sicurezza delle città.

Altro aspetto positivo riguarda il clima descritto in precedenza: in realtà questo aspetto è esclusivo delle zone costiere, infatti non è una rarità passeggiare in camicia durante il mese di Gennaio da queste parti. In molte città non esistono nemmeno i sistemi di riscaldamento invernali, ma sono sufficienti stufe elettriche portatili.

Aprendo una parantesi per gli aspiranti imprenditori, c’è da sottolineare che la Spagna non è certo Singapore o Londra per efficienza e snellezza burocratica, ma se lo paragoniamo alla nostra cara penisola, l’ambiente imprenditoriale è nettamente più corretto e le tasse minori.

Da sottolineare inoltre la facilità di imparare lo spagnolo e quindi di integrarsi con la vita del posto: capire e parlare lo spagnolo è possibile a tutte le età con un minimo di buona volontà ed impegno.

VIVERE IN ANDALUSIA: SVANTAGGI

Io credo che il grande svantaggio di vivere in Andalusia sia solamente uno: la disoccupazione. La disoccupazione in Andalusia è una vera e propria piaga sociale che difficilmente verrà risolta in tempi brevi. I livelli record toccati negli ultimi anni post crisi ha creato intere fasce della popolazione (guarda caso i più giovani) inoccupate facendo toccare tassi che addirittura superano il 50% in alcuni casi. La media nazionale è vicina al 30%.

Vista l’alta disoccupazione, in verità è consigliabile trasferirsi in Andalusia solamente a coloro che hanno già un’entrata economica oppure coloro che siano intenzionati ad investire. Attenzione però, prima di aprire una qualsiasi attività, devi comunque trascorrere del tempo qua per capire cosa, come e dove.

Gli andalusi sono un popolo amante dell’Italia ma non per questo è possibile affermare che sia facile realizzare un investimento sicuro e duraturo nel tempo.

Alcuni settori come l’agricoltura e il turismo vanno comunque meglio di altri.