Mangiare insetti, ecco quali sono quelli commestibili e dove li mangiano

Clicca dove vuoi condividere l'articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

In diversi Paesi del mondo il consumo di insetti è molto sviluppato. Da qualche tempo gira voce che presto anche in Italia si comincerà a mangiarne, tanto che già alcuni imprenditori si stanno preparando per essere i primi ad aprire punti ristoro dove si potranno mangiare.

 

Ecco gli insetti più mangiati nel mondo

L’usanza di mangiare insetti è più frequente ai tropici in cui è maggiore la presenza e più facile la raccolta. Vengono consumati sia da adulti che come larve. A seconda delle usanze si mangiano vivi, arrostiti, fritti, ricoperti di salse salate e dolci, o sminuzzati per aggiungere proteine a zuppe e altre preparazioni.

Le specie commestibili di insetti

Queste sono le principali famiglie di insetti mangiati nel mondo:

  • Coleotteri (maggiolini, scarafaggi)
  • Ortotteri (locuste, grilli, cavallette)
  • Rincoti (cimici, pidocchi, coccidi)
  • Tricotteri (vermi pelosi)
  • Aracnidi (ragli, scorpioni)
  • Ditteri (mosche)
  • Omotteri (cicale)
  • Imenotteri (formiche, api, vespe)
  • Isotteri (termiti)
  • Lepidotteri (farfalle, falene)
  • Odonati (libellule)
  • Mantoidei (mantidi)

I più mangiati al mondo sono i coleotteri, in vario stadio di crescita. Le locuste sono un piatto comune in Africa. Le cimici d’acqua giganti sono l’insetto più apprezzato in Asia, essendo impiegate nell’alimentazione umana in Cina, Giappone, India e in tutto il sudest asiatico, dall’Indocina all’Indonesia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *