Faceva l’agente immobiliare, ora costruisce case in Australia

Clicca dove vuoi condividere l'articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Australia, meta di emigrazione per moltissimi italiani, riscuote molti successi tra i connazionali. Lo sconfinato Paese facente parte delle terre della Regina Elisabetta offre tantissimi servizi e lavori. Ecco una dichiarazione spontanea di un italiano emigrato nella terra dei canguri.

 

“Costruisco case” in Australia

Ho deciso di trasferirmi qua per una precisa scelta imprenditoriale. In Australia le tasse si pagano, è uno dei paesi a più alta pressione fiscale sulle tasse dirette, la qualità dei servizi pero è ottima , la burocrazia paragonata alla nostra è velocissima e molto semplificata e nonostante il fisco sia pesante. C’è comunque la possibilità di poter detrarre quasi tutto annullando praticamente la convenienza del nero. E’ un circolo virtuoso che crea una bassissima evasione fiscale e permette al governo, nel momento in cui l’economia lo richiede, la continua erogazione di stimoli a favore di famiglie e imprese.

L’Australia e’ stata solamente sfiorata dalla crisi finanziaria che ha investito il mondo. Nel nostro paese facevo l’agente immobiliare, e già alla meta’ del 2007 avevo capito che le cose sarebbero precipitate, a quel punto ho avuto l’occasione di poter venire qua , conoscendo già l’inglese ho conseguito la licenza di costruzione, ed ora costruisco case.

Il 2009 e il 2010 sono stati due anni fantastici, In Italia e’ stato sempre un po il mio sogno nel cassetto fare il costruttore, ho provato una volta, ma quando ho capito tutto quello che serviva per avviare un’impresa di costruzioni ho desistito subito. Da noi ci sono forse problematiche di cui qua non se ne conosce l’esistenza, credo che x migliorare il nostro paese dobbiamo, oltre a chi ci governa, cambiare anche noi stessi e non far si che che chi occupa un posto pubblico lo usi prima a suo vantaggio. Mi riferisco dal primo all’ultimo cittadino.