Emigrare a Malaga e trovare lavoro come hostess nella EasyJet

Clicca dove vuoi condividere l'articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Emigrare a Malaga e trovare lavoro, devo dire che ultimamente (fortunatamente) mi è capitato di conoscere tanti italiani che si sono riusciti. A quanto pare l’Andalusia non è soltanto una bellissima terra, ricca di paesaggi mozzafiato e ottimo cibo ma anche una destinazione per tentar fortuna. Ho intervistato Paola, ragazza siciliana che non più giovanissima è riuscita ad entrare addirittura nella EasyJet !

EMIGRARE A MALAGA: INTERVISTA A PAOLA

1) Ciao Paola, una siciliana in Spagna. Il clima dovrebbe essere simile, vero ?

Si in effetti e’ molto simile,in Sicilia come qui abbiamo il sole quasi tutto l’anno, per questo siamo persone così solari e aperte, e qui non sono da meno,la bella stagione inizia presto,già a Marzo si può stare sdraiati al sole in spiaggia,per cui quelle tre settimane all’anno che piove diciamo che neanche mi lamento.

2) Anche tu a Malaga, una città dalle molte risorse a quanto pare. Cosa ti ha portata qui ?
io sono arrivata a Malaga per puro caso, dopo essere stata selezionata per un progetto Europeo, tra i tanti paesi ho scelto la Spagna, poi loro mi hanno assegnato a Malaga. Mi sono innamorata subito di questo posto e fin da subito ho deciso di mettermi in moto per restarci, anche perché il tirocinio durava solo 4 mesi e poi si tornava a casa.

emigrare a malaga
Paola in divisa EasyJet

3) Hai trovato difficoltà a trovare il primo impiego ?
Fortunatamente il fatto di parlare già la lingua locale oltre l’inglese che e’ obbligatorio, ti aiuta parecchio,valutano molto il fatto di saperti esprimere bene in spagnolo, diciamo che ho iniziato a cercare lavoro verso la fine del tirocinio, parliamo di maggio 2015, portavo curriculum e frugavo sui siti alla ricerca di qualcosa che fosse compatibile con ciò che mi piaceva e dove potessi usare le lingue come un plus. Ricordo benissimo che mi chiamarono il giorno prima del rientro in Italia per un colloquio, e da li in niente accetto, cambio volo, cambio casa e mi trasferisco a Estepona per lavorare presso il Marriott Playa Ansaluza!

4) Ora che sei una hostess di terra della EasyJet consiglieresti a chi ha la passione degli aerei di seguire la tua strada ?
Ovviamente, qualunque sia la passione bisogna seguirla. Io mi sono sempre trovata a mio agio a lavorare a contatto con i clienti, ed inoltre il mondo dell’aviazione e gli aeroporti mi hanno sempre affascinato, così quando il contratto ad Estepona è terminato, sono tornata nella capitale Malagueña per avere maggiori possibilità, ho frequentato un corso di formazione per ground crew ed eccomi qui felicissima di essere entrata a far parte della Easyjet! Ovviamente non e’ stato facile come sembra, bisogna prepararsi e anche bene per i colloqui, però alla fine è tutta una grande soddisfazione.

5) Quali sono per te le principali differenze che hai incontrato tra gli spagnoli e gli italiani ?

Grandi differenze non ce ne sono, siamo persone con una cultura e modi di fare molto simili sarà per questo che ci troviamo molto bene gli uni con gli altri. Poi il fatto che loro hanno la siesta..e che prendono gli appuntamenti un po’ più tranquillamente di noi si è vero, se a loro dici ci vediamo alle 5 non saranno mai li alle 5! A livello lavorativo, una cosa che ho notato da quando sono qui, e’ la maggior meritocrazia rispetto al sistema italiano..o per lo meno parlo delle mie esperienze personali.

6) Quali sono i lati negativi di Malaga e/o della Spagna in generale ?
Lati negativi nel senso proprio del termine ancora non ce ne sono..e sicuramente se sono ancora qui significa che sono di più quelli positivi.
Malaga in generale come il sud Italia fa parte della Spagna che più ha subito la crisi, anche se si sta riprendendo bene e sicuramente meglio dell’italia, ciò non toglie che mentre in primavera ed estate rinasce con nuova forza e con molte più opportunità lavorative, nel periodo invernale c’è ancora pochino..

7) Quanto tempo ci vuole per imparare lo spagnolo partendo da 0 ?
Devo ammettere che quando sono arrivata già masticavo la lingua quindi per me non è stato per nulla difficile il primo approccio, per chi è a digiuno completo di spagnolo io consiglio di fare un corso, anche perché nella ricerca del lavoro è apprezzato il fatto di conoscere e sapersi esprimere in spagnolo! Inoltre si organizzano una miriade di incontri tra persone di tutte le età e nazioni proprio per favorire l’apprendimento delle lingue , è un’idea bellissima, io stessa vado ogni tanto quando sono libera da lavoro perché è divertente e conosci gente.

8) C’è qualcosa che ti manca dell’Italia ?
Certo che sì: i posti dove sono cresciuta, la famiglia, gli amici…e i cannoli !
Grazie Paola per il tempo che ci hai concesso, spero che continuerai a lungo nel tuo lavoro e che realizzerai i tuoi sogni nel cassetto. In bocca al lupo !

 

COSTO DELLA VITA ED ALTRE INFO SU MALAGA