Da Varese a New York: come si vive nella grande mela

Clicca dove vuoi condividere l'articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Vivere a New York deve essere un esperienza fantastica, specialmente quando sei giovane. Anzi, più sei giovane e più è facile farsi la propria strada. Oggi ho deciso di intervistare una ragazza (fan della pagina) di origini senegalesi ma con cittadinanza italiana che, insieme alla sua famiglia, ha deciso di trasferirsi a New York.

Vivere a New York: intervista a Coumba

 

1) Ciao Coumba, grazie per aver accettato l’intervista, raccontaci un po di te e delle tue origini…
Mi chiamo Coumba, ho 18 anni e sono nata e cresciuta in Italia. Ho un fratello che abita in Inghilterra e una sorellina che vive con me a New York. I miei genitori sono di origine senegalese. Amo le lingue, e imparare nuove culture e stili di vita.

coumba
Coumba a Milano

2) So che vivi dal 2016 a New York, perché hai scelto di vivere proprio qui ?

Abbiamo deciso di trasferirci perché come ho detto prima, ci piace scoprire nuove culture e stili di vita. Ci siamo trasferiti anche per vedere se avevamo più possibilità per il nostro futuro.

3) New York è sicuramente il sogno di moltissime persone nel mondo, e tu lo hai realizzato. Sei soddisfatta ?

Si dai sono felice di essere qui a New York, ma ciò non cambia l’amore che provo per l’Italia.

4) Qual’è il costo della vita a New York? Affitto, utenze, cibo, etc..
Posso dire che qui la vita è costosa, però non te ne accorgi tanto, perché col lavoro si guadagna tanto. L’affitto è veramente costoso, soprattutto a Manhattan. Il cibo invece costa poco, ma solo le cose che fanno ingrassare.

5) Un italiano che volesse emigrare a New York per motivi lavorativi deve per forza conoscere bene l’inglese ?

Chiunque può venire, fare dei corsi apposta per stranieri che vogliono imparare l’inglese, che durano meno di un anno. Comunque credo sia meglio venire qui in America già preparati sulla lingua, così per avere anche più possibilità.

6) Quali sono per te le differenze principali, aspetti positivi e negativi, tra l’Italia e gli USA ?
Il cibo italiano è cento volte meglio di quello americano ahah, oppure sono io che sono abituata a quello italiano. In Italia abitavo a Varese, ed era abbastanza calmo come posto, qui invece la città è molto caotica con un via e vai infinito.

 

Grazie Coumba per averci dedicato il tuo tempo, ti auguro ogni bene.