Da Milano a Gran Canaria: “Sto da Dio, sto rilevando la pizzeria dove lavoro”

Gran Canaria è una delle 7 isole dell’arcipelago canario, la seconda in termini di notorietà. La situazione lavorativa alle Canarie ormai è satura, un canario su 4 è senza lavoro però gli italiani continuano a vedere queste isole come l’Eldorado. Ho intervistato Andrea, un uomo di 40 anni che da Milano si è trasferito a Gran Canaria, per farci raccontare la sua esperienza.

 

Vivere e lavorare a Gran Canaria: intervista a Andrea

 

1) Ciao Andrea, grazie di aver accettato l’intervista, raccontaci un po’ delle tue origini…

Ciao grazie a voi .

Io sono nato in italia 40 anni fa  da mamma cremasca e papà pugliese con la passione della ristorazione , ho una sorella e avevo un fratello che purtroppo ci ha lasciati presto.

Ho iniziato a fare il pizzaiolo all’età di 16 anni (ma già a 14 mio papà mi metteva sotto  a lavorare ) quindi sono sempre stato diciamo autonomo nel lavoro senza principali, ho provato ad aprire un’attività mia in italia ma le cose non sono andate molto bene (anche perché la mattina quando tiri su la saracinesca sai che un buon 60% va allo Stato) quindi ho chiuso. Sono finito come succede in italia a non avere più un posto fisso di lavoro ( tra cui magazziniere contratti porta a porta, cameriere e pizzaiolo) praticamente la mia vita in italia stava diventando un fallimento, con un divorzio sulle spalle e una figlia .

2) Mi hai detto che sei arrivato a Gran Canaria nel 2016, quali sono le prime cose che hai fatto ?

Si sono arrivato con mia compagna il 16 dicembre 2016 a Gran Canaria .

La prima cosa che ho fatto ? Un tuffo  in mare visto che erano 3 anni che non lo vedevo

3) Grand Canaria, insieme a Tenerife, offrivano grandi opportunità lavorative nel turismo fino a qualche tempo fa’, è ancora così?

Quando riguarda Tenerife non ci sono mai stato ma ho amici li e comunque non è facile .

Invece per quanto riguarda Gran Canaria  1 canario su 4 è disoccupato, e voglio sfatare il mito come si vuol far credere che qui è tutto facile e si trova lavoro facilmente, non è così. Il prezzo delle case è aumentato, la spesa se sai dove andare puoi ancora risparmiare.Voglio dare un consiglio a chi vuole venire qui , fatevi un viaggetto di perlustrazione non partite alla disperata.

E a molti italiani dico di non partire con la mentalità di venire qui e spaccare il mondo perché è un attimo tornare indietro senza avere più nulla.

4) Lavori in una pizzeria italiana, quali sono le tasse ?

La pizzeria l’ha aperta un mio amico d’infanzia ora la sto comprando io. Il mio intento era quello di andare a Tenerife con la mia compagna visto che le cose a Milano peggioravano, poi un giorno su Facebook ho visto un video del mio amico che si stava trasferendo a Gran Canaria per aprire una pizzeria, quindi ho preso la palla al balzo e gli  ho mandato un messaggio, dopo un mese sono partito. Per quanto riguarda le tasse sono basse io parlo da dipendente sei tutelato sul lato lavorativo se ti licenziano prendi il paro ( la nostra disoccupazione italiana) per qualche mese all’80% e poi al 60%.

5) Vieni da Milano, quindi bel cambiamento, quali sono per te i vantaggi e gli svantaggi di vivere a Gran Canaria ?

Si vengo da Milano città un po’ troppo grigia per i miei gusti.E’ stato un bel cambiamento di vita mollare tutto e partire senza un’euro ( infatti il viaggio lo ha anticipato il mio amico ) però non avevo nulla da perdere economicamente e a 40 anni era l’ultimo treno. Sono partito anche con il cane, grosso problema qui a Gran Canaria dove la maggior parte dei proprietari di case non vogliono cani e quelle che lo accettano ti devi accontentare del posto. Io pago 550 Euro per 3 locali e un garage casa fatta, con 2 finestre di cui 1 da sul garage e 1 sul cortile del vicino quindi è come non averla.

I vantaggi ? Beh per arrivare al lavoro ci metto 2 minuti e per andare in spiaggia uguale,  qui è completamente diversa la mentalità, sono tutti più rilassati e tranquilli, poi io vivo in un paesino di mare che si chiama La Garita (provincia di Las Palmas ) dove la mattina c’è gente che fa sport, i bambini finita la scuola vanno al mare non hanno il pensiero di andare a casa e fare i compiti. Dopo 8 ore di scuola sono molto più sereni, non c’è delinquenza e è molto importante. Quanto riguarda il clima c’è l’eterna primavera e estate.

Gli svantaggi ?

Personalmente la lingua, sono partito senza neanche una base e qualche difficoltà la trovo ma piano piano si impara.

Per il resto sto da Dio

6) Per risiedere a Gran Canaria di quali documenti c’è bisogno ? 

Per i documenti c’è bisogno del NIE che se non hai un lavoro con contratto o dimostri che ti puoi mantenere allora te ne rilasciano un altro che dopo 3 mesi devi andare a fare la residenza ma se non hai i requisiti non lo fanno.

7) Cosa ti manca dell’Italia ? 

Dell’Italia mi manca ovviamente mia figlia, i miei genitori, gli amici e la buona cucina, anche se qui trovi tutto ma il sapore è diverso.

 

Grazie Andrea per aver condiviso la tua esperienza, ti auguro buona fortuna ! A presto

Grazie a voi

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *