Budapest capitale europea meno cara per investire sugli immobili

Clicca dove vuoi condividere l'articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Budapest: due sponde e due palcoscenici, quelli di Buda e di Pest, collegati da otto ponti monumentali a cavallo del cosiddetto “fiume dei re e re dei fiumi”. Aree in cui chiese e palazzi di stile barocco e neoclassico ed eclettico costituiscono le quinte di spazi urbani rinnovati con nuovi parcheggi e vie pedonali e, da Marzo 2014, resi più fruibili da una nuova linea della metropolitana. Uno scenario arricchito da grandi parchi e dagli antichi bagni termali risalenti all’epoca ottomana.

Dall’inizio della recessione internazionale, nel 2008, a oggi solo nei quartieri più belli del centro storico i prezzi sono scesi di almeno il 15%.

Un buon appartamento ristrutturato da 70-80 metri quadro (non con vista sul Danubio), si acquista anche con 50-60 mila euro. Con vista invece siamo sui 1.000 € a metro quadro. Se invece l’appartamento è vicino al parlamento e al Palazzo Reale il prezzo sale fino a 2500 € al metro quadro.

Ci sono alcune regole da tenere a mente per fare un ottimo investimento immobiliare e sono :

I soldi si fanno quando si compra non quando si vende

Se compri a sconto, non sbaglierai mai. Potrai anche non acquistare l’immobile più liquido del mondo, ma quando hai margine per rivenderlo, tutto diventa facile.Viceversa, se compri con poco sconto o a prezzo di mercato perché “tanto il mercato sale” ti ritrovi facilmente con il cerino acceso in mano.

Compra sempre da un venditore motivato

Chi è un venditore motivato? Uno che vuole vendere, ovvero una persona che non vuole più tenere quell’immobile, per qualsiasi motivo. Insomma non state a sprecare tempo con uno che chiaramente ha tempo o soldi e vuole realizzare il massimo. Cercate uno che invece non ha tempo e magari neanche soldi. Sarà sicuramente motivato!

Innamorati dell’affare non dell’immobile

Capita che un immobile ti piaccia, magari anche molto. Da quel momento però non riesci più a essere obiettivo. Ricorda che non è mai l’immobile che fa fare i soldi, il mattone non si mette in banca. E’ l’affare che quell’immobile rappresenta che fa fare i soldi. Focalizzati sempre sull’affare, mai sull’immobile.