Antonina Carollo dalla Sicilia, fa l’artista di strada a Siviglia

Clicca dove vuoi condividere l'articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Siviglia: questa non è una storia che si legge tutti i giorni, quando si parte per l’estero non sempre va tutto bene, anzi spesso non va come dovrebbe. In molti tornano a casa, altrimenti combattono e vincono, altri combattono e basta. Ora non so esattamente in quale specifica categoria si trovi Antonina, non la conosco, però so che è una ragazza tenace e senza paura.
Lascio a voi decidere e commentare, ecco la sua esperienza mandata per email che pubblico integralmente

Email di Antonina da Siviglia

Salve sonó Antonina Carollo .
Sonó nata a Palermo Il 15/10/81 , da padre commerciante e madre infermiera .
Per vía del lavoro di mio padre viaggiavamo spesso, e ricordo ancora uno Dei primi viaggi all’età di 4 anni che sconvolse totalmente la mia vita.
Quel viaggio era la Spagna !..
Ero molto piccola e ovviamente non sapevo esprimere le mie emozioni, so solo che ascoltando parlare una língua diversa iniziai a voler imparare , cosí con un block notes e una penna chiedevo in ogni Ristorante o negozio In cui ci fermavamo come si dicesse e scrivesse determinate parole, da Li i miei genitori mi comprarono il mio primo dizionario italiano spagnolo che conservo ancora gelosamente.
Ed ecco iniziare la mía avventura , ho siempre amato studiare ed imparare, cosí sola nella mía stanza iniziai a leggere tutto il dizionario e a riuscire a dargli i giusti accenti,cosa che nessuno In famiglia credesse o sapesse che realmente stavo parlando o meglio dicendo Delle parole In Spagnolo, língua che si perfeziono’ con l ‘ arrivo di internet , Grazie alle chat straniere In cui andavo Per praticare la língua…Così passano i gg e gli anni e il sogno della Spagna si fa sempre più forte e presente nella mia vita ,  ma nella mia mentalità non c’era l’opzione del trasferimento, anche perché la mia vita andava benissimo così, gestivo un centro commerciale, tanti amici con cui passare le serate e i bei momenti, e cosa più importante ero vicino alla mia meravigliosa famiglia…”

Nel frattempo Lavoro in un negozio di famiglia interamente gestito da me dall’ eta ‘ di 14 anni, ma questo non mi limita nel laurearmi in economía aziendale e infine trasferirmi a Milano Per conseguire un master In imprenditorialità e strategia aziendale …
Inizio a lavorare per grandi multinazionali, ed anche qui ero riuscita in poco tempo circa 3 anni a crearmi la mia indipendenza finanziaria, nuovi amici e l’inizio di un processo di crescita personale.

Dopo 3 anni di vita milanese la Chiesa di cui facevo parte decide di inviarmi come missionaria per aiutare e sostenere il popolo Spagnolo ..

Arrivo a Sevilla meta decisa dalla Chiesa In questione ,e inizio a lavorare su questa missione totalmente autofinanziata , Grazie a Dio ho siempre lavorato e quello che avevo messo da parte mi è servito x poter sopravvivere x un tempo , fino a quando le risorse stavano x finire e malgrado l’invio di numerosi CV non si faceva viva nessuna azienda …

Non ho detto che all eta’ di 22 anni iniziai a studiare l’arte del flamenco , e adesso che mi trovo In Spagna e senza Lavoro l’ única cosa che mi resta da fare è farmi coraggio e trovare una strategia per lo meno per sopravvivere !..

E fu cosí che metto da parte gli anni di intenso Studio, anni di Lavoro ed esperienza nel settore dell’economia , per iniziare a trasformare la mía vita
Diventando un’artista di strada!!

Mai nella vita mi sarei immaginata un giorno di dover vivere la vita che sto vivendo ..sono l ‘unica di 5 figli e anche di tutta la famiglia genitoriale laureata a pieni voti , gestire un’ azienda era qualcosa che mi riusciva con estrema facilità perché amavo stare dentro l’ impresa , acquistare, vendere, gestire e formare il mio personale , creare nuove strategie di marketing.. amavo tutto ciò …inoltre il mio sogno che continua a esistere è quello di poter aprire una grande attività per creare abbastanza posti di lavoro realizzando un clima totalmente familiare, dove anche i figli dei dipendenti possano passare il loro tempo a giocare.
Ma qualcosa dentro di me mi diceva che la vita non era solo questa.. e quello spirito da “gitana ” gridava talmente forte che arrivata in Spagna ho dovuto battagliare con tutte le mie paure e pregiudizi.
Sono pur sempre una ragazza Sicula che conserva la propria cultura e certo vedere una ragazza come artista d strada non è ben visto , soprattutto per me che provengo da una famiglia abbastanza conosciuta nel mio territorio, beh diciamo che si potrebbe anche chiamare disonore , malgrado la parola sia molto forte la realtà dei fatti è che di questo si tratta.

Ma appunto lavorando molto su me stessa mi son detta : o mi muovo o devo tornare a casa !!

E di certo nn avrei minimamente fatto le valigie x il ritorno solo a causa della mancanza di lavoro.

Così mi guardo in giro e vedo che x Sevilla è normale accettare artisti di strada..
Se ne vedono abbastanza x le vie principali.. e mi sin detta ” xché non io? “Compro tutto l occorrente, altoparlatnte , tanlao dove poter ballare e un carro per trainare tutto questo con la mia bicicletta.

Si comincia!!!!

Ogni gg era una lotta.. quanta ansia , quanta vergogna inizialmente , sfido chiunque  a uscire da casa e piazzarsi con faccia tosta x strada e iniziare a ballare come se fossi una pazza ahahaha.. ma è grazie a questo che il mio processo di formazione continua.
Purtroppo a volte, quasi spesso, devo affrontare le forze dell’ ordine perché non rilasciano permesso, ma neanche ti fanno rimanere , malgrado creiamo turismo e spettacolo gratis agli stranieri.

Da quasi un anno ogni giorno lotto con tutti questi schemi e affronto la strada , ballando flamenco fusion … tante sono le sofferenze come anche le soddisfazioni.. conosci bella gente e a volte nasce una buona proposta lavorativa..

Dopo 3 anni di sollecitudine al comune su progetti personali li hanno accettati e adesso insegno a bimbi e adulti con un salario totalmente da sfruttamento con cui non mi da da vivere ma mi permette di conoscere persone del luogo
. .
Sono già passati 3 anni sono cambiate tante cose e mille sono state le conquiste, so che presto si apriranno nuove porte lavorative e che un giorno tutto questo sarà solo un racconto per stimolare le persone con un sogno ad uscire dalla zona di confort e lottare in questo mare pieno di pesce e prendersi ciò per cui sei predestinato ad essere..
Lotta x i tuoi sogni.. nessuno lo farà x te .!!!

Cordialmente
Antonina Carollo